• BIG XMAS DEALZ!
    OTTIENI GRANDI PERCENTUALI
    SU TUTTO IN NEGOZIO!
  • 15% 50-100€ CODE: XMAS15
    20% 100-200€ CODE: XMAS20
    25% DA 200 € CODE: XMAS25
Nuovi stili ogni settimana
Spedizione gratuita da 50 €
Selezione superiore di cappucci e maglie
Ha qualche domanda? Visita il nostro helpdesk

Baltimore Orioles Caps

I berretti Baltimore Orioles sono molto apprezzati da chi li indossa. Indipendentemente dal successo sportivo, sia il semplice logo O che i numerosi simboli di uccelli che gli Orioles hanno usato come loghi negli ultimi decenni sono molto apprezzati dai fan della MLB e dai collezionisti di cappelli.

Chiudi filtri
 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
1 Da 2
Nessun risultato trovato per il filtro!
1 Da 2

I Baltimore Orioles sono una squadra della Major League Baseball. Come suggerisce il nome, la sede è a Baltimora, una città di circa 500.000 abitanti nello stato americano del Maryland. La squadra affonda le sue radici nei Milwaukee Brewers, fondati nel 1894. Sono stati uno dei membri fondatori della Major League. I Brewers si trasferirono a St. Louis e d'ora in poi si chiamarono St. Louis Browns. Nel 1954 la squadra si trasferì nuovamente a Baltimora e ricevette il nome attuale.

Oriolo - un nome con una tradizione

Il baseball ha una lunga storia a Baltimora, che risale al 1890. All'epoca c'era una squadra di serie B chiamata Orioles. Grandi come Babe Ruth - conosciuto come il miglior giocatore di tutti i tempi - hanno mosso i loro primi passi qui. Il nome Orioles doveva continuare ad essere una tradizione. I primi grandi successi, tuttavia, si sono fatti attendere. Sarebbero passati dodici anni prima che la città di Baltimora potesse vivere per la prima volta la postseason del baseball della MLB. Il primo playoff nella storia degli Orioles è stato anche la pietra miliare del periodo di maggior successo nella storia della franchigia. Guidati dalla leggenda della squadra Brooks Robinson, considerato da molti il miglior 3B difensivo della storia del baseball, gli Orioles vinsero il campionato nazionale alla loro prima apparizione alle World Series nel 1966 con uno sweep contro i Dodgers.

Tripla serie mondiale

Seguirono due anni senza playoff, ma poi gli O's - come vengono chiamati dai loro tifosi - tornarono di nuovo. Dal 1969 al 1971, l'American League è stata la terra degli Orioles. Due volte hanno sconfitto i Minnesota Twins e una volta gli Oakland Athletics nelle ALCS, avanzando alle World Series in ognuno dei tre anni. Nel 1969 i New York Mets erano troppo forti e Baltimore perse il duello per 1-4 nella serie, ma solo un anno dopo Baltimore era tornata nel paradiso del baseball. Nel 1970 Brooks Robinson fu incoronato MVP delle World Series e la squadra sconfisse i Cincinnati Reds per 4-1. Nel 1971, quindi una sola stagione dopo, gli Orioles raggiunsero un traguardo che molte squadre non erano mai riuscite a raggiungere: partecipare alle World Series per la terza volta consecutiva. Non è stato comunque sufficiente per vincere. E questo nonostante il fatto che - tutte le partite prese insieme - abbiano segnato addirittura una corsa in più rispetto all'avversario, i Pittsburgh Pirates. Gli Orioles persero la settima partita decisiva per 1-2. In seguito, i Baltimore Orioles raggiunsero le World Series altre due volte. Nel 1979 persero nuovamente contro i Pittsburgh Pirates, 3-4. Nel 1983, guidati da Cal Ripken Jr, vinsero il titolo per l'ultima volta fino a quel momento. Hanno vinto 4-1 contro i Philadelphia Phillies. Da allora, per quasi 40 anni, gli Orioles hanno aspettato di tornare alle World Series. Da allora, anche le apparizioni nella postseason sono state poche.

Parco Oriole unico nel suo genere

Anche se i successi sportivi sono attualmente piuttosto rari, i Baltimore Orioles si distinguono. In particolare, attraverso uno dei parchi palla più speciali del campionato. L'Oriole Park at Camden Yards è stato inaugurato nel 1992 e ospita circa 44.000 spettatori. A differenza di quanto accadeva di solito all'epoca, i Baltimore Orioles crearono un parco giochi puro e non uno stadio multifunzionale. Costruito nel quartiere del porto interno, la franchigia ha deciso di conservare un vecchio magazzino e di integrarlo nel parco giochi. Una decisione che non è stata certo rimpianta. È proprio questo edificio conservato che rende la sede dei Baltimore Orioles unica e popolare. Con questo progetto, il team ha annunciato un cambiamento radicale. Nella MLB ci fu un ripensamento e molte squadre costruirono una nuova casa nello stile dell'Oriole Park. Anche da lontano, lo stadio mostra chi è il capobranco qui. La scritta "This land is birdland", scritta nel colore arancione della squadra, è presente. Questo slogan è uno dei tanti. Ma si riferisce a un altro soprannome della franchigia: The Birds. I motivi degli uccelli sono ovunque negli Orioles. Servono come logo principale. Sui cappellini da campo e su una toppa laterale della maglia. La grande "O" è un po' più semplice. È un altro logo della squadra e funge da motivo del cappellino in campo. Soprattutto per squadre come gli Orioles, che sono in ritardo nella corsa agli armamenti finanziari a causa di un budget ridotto, investire nei propri giovani talenti è un pilastro importante. I Baltimore Orioles attribuiscono grande importanza alla formazione dei giocatori. Questa responsabilità spetta alle squadre minori degli Orioles: i Norfolk Death, i Bowie Boysox, gli Aberdeen Irnobirds e i Delmarva Shorebirds.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER E RISPARMIA IL 10%:
Seguici